Cardiofrequenzimetri e connettività, quali si prestano meglio

Il cardiofrequenzimetro (lo dice la parola) è un dispositivo per il calcolo della frequenza cardiaca. Detto così, però, è alquanto riduttivo se si considerano le funzioni di cui oggi soo equipaggiati i dispositivi più evoluti e tecnologici, come potete verificare dai contenuti del website dedicato https://sceltacardiofrequenzimetro.it/. Se oltre a conoscere il ritmo del battito cardiaco volete anche tenere traccia delle distanze percorse e del numero dei passi potete acquistare un cardiofrequenzimetro dotato di navigatore satellitare GPS incorporato. Anche la connettività ha la sua importanza al giorno d’oggi e ha raggiunto anche questa nicchia di mercato che sta diventando sempre più popolare per l’attenzione riporta su questi dispositivi non soltanto dagli atleti professionisti, ma anche da chi fa jogging, footing o semplicemente una passeggiata nel verde o sui percorsi pedonali urbani.

Bisogna però distinguere fra modelli indossabili al polso e quelli sotto forma di fascia pettorale, perché di solito i modelli a fascia non si connettono con altri device digitali e salvano i valori registrati soltanto sul proprio display, a meno che non siano dotati di porta Usb per la connessione via cavo al pc, dove possono essere scaricati i parametri per l’archiviazione e la redazione di un dabatase. Diverso il discorso per i cardiofrequenzimetri da polso che, invece, al pari degli smartwatch si collegano via Bluetooth o tramite la rete Wi-Fi al proprio smartphone o al computer. Intervengono, poi delle app specifiche, scaricabili anche gratuitamente dal web, che arricchiscono il potenziale di questi strumenti favorendo il salvataggio dei dati e il loro tracciamento oltre a dare la possibilità di pianificare i propri obiettivi.

Altro aspetto ormai imprescindibile è rappresentato dal design e tipo di monitor di cui sono dotati i cardiofrequenzimetri, da privilegiare in questo senso dei display più ampi della norma e retroilluminati per una visualizzazione dei dati più semplice e possibile anche in condizioni di oscurità. Sul piano del design, invece, si possono scegliere modelli simili a orologi o bracciali comodi da portare e che non appesantiscano il polso, meglio se dotati di cinturino intercambiabile per poter adattare lo strumento a qualsiasi circostanza, sia nelle ore lavorative che in quelle dedicate allo sport o all’intrattenimento.