R23 MILANO

La web radio locale di Milano con musica, notizie, rubriche, interviste, eventi

Domenica 24 Maggio: Mercato agricolo ai Giardini Galbiati

I Giardini Galbiati sono un’istituzione del nostro quartiere. Definire i Giardini Galbiati un semplice vivaio o un negozio di fiori e piante sarebbe riduttivo, visto che era il 1963 quando Giuseppe Galbiati, noto tenore degli anni ’30, costruì un vivaio intorno alle cascine San Pietro e Acquabella: un luogo dove coltivare l’amore per piante e fiori e godere dei ritmi di una natura meravigliosamente ordinata e pura.

Un'immagine dei Giardini Galbiati, di Milano Lambrate

Col tempo, è proprio il caso di dirlo, questo amore per fiori e piante ha dato i suoi frutti….. Giardini Galbiati è ormai un punto di riferimento per il quartiere Lambrate ed è apprezzato in tutta Milano e dintorni.

Ai Giardini Galbiati si svolgono una serie di eventi che animano la nostra zona. Tra tutti, oggi vogliamo segnalarvi il Mercato Agricolo, che si tiene ogni seconda e quarta domenica del mese (prossima edizione questa domenica 24 maggio 2015), ed è diventato ormai un appuntamento fisso per la spesa di tante famiglie del quartiere, cosa che ci fa davvero piacere!

Un'immagine dei Giardini Galbiati, di Milano Lambrate

Ogni prodotto che viene offerto ha una sua storia, custodita dagli agricoltori che valorizzano il territorio e tutelano la biodiversità. Un lavoro quotidiano per proporre gusti sinceri e sapori veri.

Vengono proposti prodotti di nicchia e di alta qualità come: pane con lievito madre, formaggi vaccini e di capra, vini dell’Oltrepò  Pavese (anche senza solfiti), frutta e verdura anche BIO, carne fresca e salumi di Suino Nero di Parma, e molto altro.Inoltre è possibile gustare i prodotti agricoli per pranzo, facendosi consigliare sulle specialità direttamente dai produttori presenti.Un’idea per passare la domenica in un’antica cascina lombarda, in città, con tutta la famiglia.

Giardini Galbiati
Via Rombon, 97
20134 Milano
Tel. 02.26413810

R23 Milano © 2015-2017 Frontier Theme