Tappeto elastico tondo, ovale, quadrato o rettangolare: quale scegliere?

Se il tappeto elastico rotondo è quello che va per la maggiore sul mercato dei teli da salto, essendo il più noto e venduto, non sono da trascurare altri modelli di forme alternative. Simile al trampolino tondo, ad esempio, c’è quello ovale. Questo tipo di trampolino si differenzia leggermente dal precedente per via di una dimensione superiore dovuta alla forma più allungata del cerchio, che dilata il telo in lunghezza permettendo di sfruttare una superficie di salto più estesa, da un lato all’altro del trampolino. Anche in questi modelli il meccanismo di rimbalzo spinge il saltatore al centro, richiedendo un maggiore sforzo per rimbalzi più alti per via delle misure maggiori del trampolino rispetto ai modelli rotondi, il che è tutt’altro che un difetto sul piano dell’esercizio fisico, in quanto si presta per allenamenti più completi da poter effettuare solo in presenza di superfici più estese.

A fronte del vantaggio di offrire un’area più grande rispetto ai modelli rotondi, però, il trampolino ovale può risultare più difficile nell’assemblaggio, oltre ad essere anche più costoso dei trampolini rotondi. A quale target può rivolgersi un tappeto elastico ovale? Sicuramente i bambini più grandicelli di età superiore ai 10 anni potranno trovare questa forma più stimolante per salti a lunga gittata e per rimbalzi ‘extra’ anche sul piano competitivo. Ma i trampolini ovali non sono l’unica alternativa al tappeto elastico rotondo, ce ne sono infatti anche quadrati e rettangolari. Come quello tondo, anche il trampolino quadrato è, fra tutti, il modello più ‘salva-spazio’, basterà avere un ‘fazzoletto’ di giardino o un terrazzo per poterlo allestire senza ingombro.

Inoltre, quella quadrata è la forma che meglio di ogni altra ottimizza le misure del telo, potendo essere sfruttato anche da bambini piccoli che si posizionano sugli angoli, pur restando in una superficie contenuta facilmente gestibile, anziché stare sempre nel mezzo. Questi modelli, infine, risultano anche più resistenti per via della conformazione del telaio che impiega più parti metalliche. Se si ha un piccolo giardino o un cortiletto che non dà la possibilità di allestimenti ingombranti, un tappeto elastico quadrato potrebbe essere la soluzione più adatta. Disponendo di più spazio si può optare per un trampolino rettangolare, il più costoso di tutti, anche perché è un tappeto elastico di tipo professionale come quelli usati dai ginnasti per le competizioni sportive.